Sequestro preventivo per il sito Alzalatesta.net

23 commenti al post

Ci sono le guerre preventive, i nobel per la Pace preventivi e anche i sequestri preventivi dei siti internet.
I primi due li ho capiti fino a un certo punto: si fa una guerra preventiva per non fare una guerra vera e propria e c’è una bella differenza perché i morti non sono morti in guerra, ma in guerra preventiva. Vuoi mettere!
Il nobel al Presidente Obama è stato dato anche se in realtà finora ha fatto poco di concreto per la Pace. Devono aver pensato: “Diamoglielo, và, poi vediamo cosa succede. Al limite glielo ritiriamo in seguito”.
Non ho capito per nulla il sequestro preventivo del sito Alzalatesta.net.
Non capisco di legge, ma da profano direi che chi l’ha disposto, abbia pensato di metterlo in stand by in attesa dei definitivi giudizi.
Marco Ballestra è un tipo che dà molto fastidio in quel pezzo di terra di confine che è Ventimiglia, forse perché nella maggior parte dei casi scrive la verità e la scrive con coraggio: è una piccola macchia nera nel candore di quella città e le sue valli e allora bisogna scolorirla.
Non c’è niente da fare: a un potente locale [che poi è giusto un potente locale perché se allarghi i confini non lo conosce nessuno] deve andare tutto a fagiuolo. Invece di ignorarti, perché in fondo non sei quel gran pericolo per la democrazia [loro la chiamano così], si innervosiscono, ti querelano e ti fanno chiudere preventivamente il sito.
Vedremo come andrà a finire. Se in una piccola città come Ventimiglia il sito di Marco ha in media 500-600 visite giornaliere in cui si possono leggere cose che altrove è difficile trovare, per chi comanda non va bene perché ovunque, nel piccolo e nel grande, le cose devono filare lisce come l’olio.
Sono certo che Marco non si arrenderà e per quello che possa valere, ha tutta la mia solidarietà.
Dal momento che sul suo sito non si possono lasciare commenti, pregherei i miei visitatori di lasciare nei commenti su questo blog la solidarietà a Alzalatesta.net.
Quello che sta succedendo a lui [Ovest di Imperia] è successo a Servellu.it e a Chetravaju.com [Est di Imperia].
Ne è  rimasto uno in mezzo, se capite cosa intendo.