Massimiliano Ambesi (Pdl) e la Mafia

29 commenti al post

Su La Stampa di ieri, 9 gennaio, il coordinatore del Pdl Massimiliano Ambesi afferma che nella nostra ridente Riviera la mafia “è un fenomeno che non esiste“.
Gli ha già risposto il consigliere regionale del PD Giancarlo Manti, nello stesso articolo e in una intervista a Imperia TV:

A fronte dell’evidenza dei fatti, come può il coordinatore Ambesi e tutto il Pdl a cominciare dall’onorevole Scajola, parlare di sola microcriminalità? Fare la politica dello struzzo certo non aiuta questa provincia, rischia invece di alimentare un clima omertoso che danneggia sia l’attività politica sia le azione degli investigatori

Oggi mi è capitato tra le mani “Sette”, il magazine settimanale de Il Corriere della Sera, dello scorso 11 novembre su cui ho trovato un articolo dal titolo: “Liguria sotto attacco. ‘Ndrangheta a Ponente”.
A pagina 42 c’è una foto di Donatella Albano, consigliere comunale del PD di Bordighera. Sullo sfondo, quel che resta del Maoma, il locale sulla spiaggia che ha preso fuoco forse per autocombustione. La signora vive sotto scorta per minacce ricevute dalla ‘ndrangheta.
Nella pagina seguente c’è la foto del Big Ben, noto locale sanremese, in fiamme.
L’articolo di Cesare Fiumi è bello lungo e nella pagina seguente c’è l’immagine del ristorante Il Gabbiano di Sanremo, bruciato anch’esso. E a pagina 48, la foto dei bagni Corallo di Vallecrosia, che, secondo l’autore dell’articolo, è stato il primo locale a prendere fuoco l’11 agosto del 2006.
Sono tutte cose che noi sapevamo già, ma ecco, se per caso ad Ambesi fossero sfuggiti gli articoli sui giornali locali, potrebbe sempre richiedere una copia del suddetto magazine: è il n. 45 dell’11 novembre 2010. E pare che, a differenza dei quotidiani e settimanali locali, non sia comunista.